la mia ultima fatica

Martedì scorso abbiamo ripreso le attività del PHP User Group di Roma (PUG Roma, per gli amici).
Avendo purtroppo avuto una defezione dell’ultimo momento, ho dovuto improvvisare una presentazione. Per fortuna comunque che c’era anche l’ottimo Eugenio, che ne ha fatta un’altra (sicuramente più interessante della mia). La mia era breve, ma tale brevità era anche un po’ voluta, per dimostrare quanto l’argomento fosse facile, a dispetto delle apparenze. Ecco qua la mia presentazione su come integrare (facilmente, ribadisco) Paypal in symfony:

primo giorno di scuola

1st school day La settimana scorsa Leo ha iniziato la prima elementare. Sappiamo tutti che è un passaggio importante, ma per lui forse è stato facilitato dall’aver frequentato l’anno scorso la stessa scuola, che ha anche due classi di asilo. Contemporaneamente, Gabriele ha iniziato l’asilo e quindi ora si ritrovano nella stessa scuola. Purtroppo non ho a portata di scanner la foto del mio primo giorno di scuola, capellone e con un fioccone bianco sul grembiule.

Odino

Il mio amico e collega (e forse prossimamente compagno di canestri) Alessandro, detto Odino, è un giovane e talentuoso sviluppatore. Ha un blog tecnico (in inglese) interessante e con un pregevole stile minimalista. Purtroppo il suo blog non è mobile-friendly.
Eppure basta così poco per rendere un sito perfettamente leggibile su dispositivi mobili, ne ho avuto recentemente conferma lavorando alla documentazione italiana di Symfony2. Infatti bastano due piccole cose: un semplice meta e poche righe di CSS.
Il meta è questo:
<meta name="viewport" content="width=device-width, initial-scale=1.0" />
Sul CSS si può variare, questo è un esempio:
@media screen and (max-device-width: 480px) {
div.sidebar { display: none; }
// qui ovviamente si può aggiungere codice a piacere...
}

Non è difficile, vero?