La vita, l’universo e tutto quanto

42 42. E così anche io sono giunto alla fatidica età, quella più nerd di tutte, quella della risposta alla domanda fondamentale (vedi titolo). Il problema, come sapete voi affezionati lettori di DNA, è trovare la domanda (e, mi dispiace deludervi, ma io non l’ho ancora trovata).
Parlando di cose più terrene, l’agognato compleanno si è svolto tranquillamente a casa, in famiglia, con una piccola torta creata al volo da Francesca, come testimoniato da apposita foto con i figlioli.

dieci dieci dieci

Oggi è il 10/10/10, data importante soprattutto per l’uscita di Ubuntu 10.10. A ogni uscita di una nuova versione non posso fare a meno di pensare ai passi avanti fatti in sei anni da Ubuntu (io in verità ho iniziato con la 5.04, quindi per me sono solo cinque anni e mezzo) e più in generale da Linux (che invece uso ormai dai nove anni). In particolare è stato finalmente risolto il famigerato bug 47893 di Gnome, che risaliva ridicolmente al 2001 (dal mio punto di vista quindi c’è sempre stato!) e riguardava il prompt di sovrascrittura di un file esistente. Tornando a Ubuntu, come faccio sempre e come ho scritto nei miei tweet, ho proceduto all’aggiornamento delle mie tre macchine durante i giorni scorsi.
Incidentalmente, 101010 in binario è 42: così il rimpianto DNA si rivolterà nella tomba, lui che notoriamente non amava molto i numeri in base diversa da quella decimale.

Asimov – Adams 8 – 7

Questo è un momento epocale della mia vita letteraria: con Paria dei cieli finito ieri sera, il numero di libri asimoviani da me letti supera quello dei libri adamsiani. Non che il numero in sé sia significativo, ma se passassimo al numero di pagine sicuramente sarebbe anche peggio. Per un fan di DNA come me, è un bello shock. La cosa forse più grave è che ‘sti romanzi di Asimov mi piacciono non poco. Mi stupisco sempre di come questa fantascienza scritta anche 60 anni fa riesca ad essere ancora così altamente godibile. Certo il povero DNA ha avuto a disposizione una vita breve, quindi purtroppo il numero dei suoi libri letti non potrà giocoforza aumentare (insomma, li ho letti già tutti). E allora, guardando la mia libreria su Anobii, sembrerà sempre di più che io sia un asimoviano.

Asciugamano – 2

Ieri non avevo pensato che la giornata non era finita! Ho potuto in parte rimediare alla mia dimenticanza portando il mio fido asciugamano alla partita di basket, gara 4 dei quarti dei playoff. Tra l'altro la partita è andata molto bene, la Virtus Roma ha sconfitto Siena di 21 punti e ha guadagnato la semifinale!


Il giorno dell’asciugamano

Oggi è il Towel day e io ho dimenticato a casa il mio asciugamano!
Mi ricordo che qualche anno fa, ad una STICCON che capitava in questi giorni, la mia amica Marinella se l’era portato appresso tutto il giorno (il suo, non il mio).
Da quanto tempo non la vedo… devo ancora ringraziarla per avermi fatto scoprire il mitico DNA.
Marinella, se mi leggi: GRAZIE