gli esami non finiscono mai

Zend Certified EngineerEra da un bel po’ di tempo che non facevo esami (urine escluse): dal lontano dicembre del 2000, quando mi laureai (roba del millennio scorso!).
Oggi invece ho dato l’esame per la certificazione Zend, quella per gli sviluppatori PHP. Avevo un po’ di strizza, anche se tutti i test di simulazione erano andati bene. Be’, è andato bene pure l’esame e ora posso fregiarmi dell’altisonante titolo di Zend Certified Engineer 🙂

burocrazia

Ai miei tempi la burocrazia era una cosa seria. Mica come oggi. Stamattina sono andato all’ACI a richiedere il duplicato del certificato di proprietà della mia moto, smarrito chissà dove. Innanzitutto ho fatto solo 20 minuti di coda, che poi nemmeno era una coda perché ci sono i numeretti. Mi ero premunito pagando il giorno prima un bollettino (il cui importo ho reperito sul sito), ma l’impiegata mi dice che potevo anche pagare direttamente a lei. Compilo un solo modulo, consegno la denuncia fatta ai CC e lei in tre minuti mi consegna con le sue mani il duplicato già pronto! Ma che si fa così? E le file interminabili? E le informazioni irreperibili? I tempi di attesa? I giri da Erode a Pilato per pagare/timbrare/richiedere/ecc.? Non c’è più religione…

i figli aiutano a tenersi in forma

Da ieri ho iniziato ad accompagnare Gabriele all’asilo nido, che non apre prima delle 8. La struttura si trova a circa 900 metri da casa nostra. Quindi sono 900m di andata con passeggino e bimbo + 900m di ritorno da solo. Vabe’ che fa ancora un po’ caldo, ma quando torno sono un po’ sudato. Però sento che questa passeggiata mattutina, ripetuta cinque giorni a settimana, mi farĂ  bene.
P.S. l’altroieri era il compleanno di Francy e le abbiamo fatto una piccola sorpresa: oltre al classico regalo, una dedica da parte di Sonia di Super3 nell’angolo di Tanti auguri a… 🙂

occhiali nuovi

Porto gli occhiali da ormai piĂą di vent’anni. Non ricordo esattamente quanti ne abbia cambiati in tutto questo tempo, saranno circa quattro o cinque. Quindi il cambio occhiale è un evento che merita di essere ricordato. Devo dire che l’ultimo paio che avevo non era affatto vecchio, l’avevo preso da circa un lustro. Però non mi soddisfaceva per diversi aspetti, sia di comoditĂ  che di correzione (purtroppo non è che posso spendere qualche centinaio di euro tutti i giorni, per cui me lo sono tenuto). Invece questi che ho appena preso sono comodi e soprattutto mi fanno vedere benissimo. Ho approfittato, quando stavo in vacanza su in Piemonte, del marito di mia cugina che fa l’ottico (ciao Gian!) Mi ha fatto misurazioni e contro-misurazioni per essere sicuro dei gradi, ovviamente un po’ di sconto 🙂 e mi ha fatto spedire tutto a Roma, in un’altra sede della catena in cui lavora, dove sabato ho ritirato i miei nuovi fiammanti occhiali. Mi sono anche concesso il vezzo di prendere il modello cambiabile, così posso sbizzarrirmi negli abbinamenti dei colori.