Salamandra Sfacciata

saucy Potevo mancare di aggiornare Ubuntu? Certo che no! Potevo farlo in ritardo? Forse, ma stavolta sono stato abbastanza bravo e l’ho fatto con appena un giorno di anticipo.
Ho dovuto un po’ penare per sistemare le configurazioni di Apache, che nella 2.4 ha fatto modifiche non molto retro-compatibili. Ho scoperto con piacere che ora i file di configurazione mantenuti hanno tutti il loro bravo file .diff, così è più facile aggiornarne le parti cambiate. Certo se ci fosse un modo per saltare tutte le conferme di tali file, si potrebbe lanciare l’aggiornamento e andare a fare la spesa (cosa che ho fatto, ma trovandolo puntualmente bloccato su una richiesta di diff).

il coda a anelli scalpitante

Oggi è il giorno di uscita di Ubuntu 13.04, nome in codice Raring Ringtail. Tra l’altro, presentato sul sito ufficiale ubuntu.com con un’immagine presa dal mio fido netbook (vedi a lato). Io, come già successo in passato, ho anticipato di un mesetto il dist-upgrade, felice di lasciarmi alle spalle una LTS+1 non proprio entusiasmante. Finora ho avuto pochi problemi, anche se le novità non sembrano proprio eclatanti. Forse la cosa migliore, dal punto di vista lavorativo, è la versione di phpMyAdmin, che porta qualche funzionalità utile (pur restando, secondo me, un pessimo software).

Quetzal quantico

Puntuale, come sempre, è arrivato l’aggiornamento dell’ormai fidato Ubuntu, con un nome incodice tanto impronunciabile quanto difficilmente traducibile. A ieri sera, data dell’annuncio ufficiale, 4 dei 5 computer che gestiscono erano già stati debitamente sistemati. Per il quinto aspetterò ancora qualche giorno. Poche novità importanti, come era da aspettarsi per una LTS+1. Tuttavia, segnalo: subversion 1.7 (finalmente niente più cartelle sparse), Gimp 2.8 (monofinestra!) e PHP 5.4.

Pangolino preciso

Precise upgrade Oggi, come forse saprete, è il gran giorno del rilascio di Ubuntu 12.04, nome in codice Precise Pangoline, con supporto esteso (LTS). Stavolta ho fatto un’eccezione alla mia ormai lunga tradizione, che (forse ricorderete) prevede di aggiornare con qualche giorno di anticipo. Infatti avevo già installato addirittura alla prima beta, complice l’acquisto del nuovo computer (di cui finora sono molto soddisfatto). Il vecchio portatile, ereditato da Francesca, è stato aggiornato ieri, insieme al PC del suocero (ovviamente a mia gestione).Il fisso scrauso di casa e il netbook, ormai sottoutilizzati, addirittura oggi.